Visto il D.M. 741/2017 – art. 3 (c. 1,2,3,4,5); Visto il D.Lgs. 62 del 13.04.2017 art. 10; Vista la CM n.2936 del 20.02.2018; Vista la  nota n. 2936 del 20.02.2018; Vista la nota  n. 1865/2017

SI DETTANO

le condizioni ai candidati privatisti intenzionati a svolgere gli esami conclusivi del I ciclo presso l.C. “Luigi Pirandello” di Mazara del Vallo.

  • Sono ammessi a sostenere l'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione in qualità di candidati privatisti coloro che compiono, entro il 31 dicembre dello stesso anno scolastico in cui sostengono l'esame, il tredicesimo anno di età e che abbiano conseguito l'ammissione alla prima classe della scuola secondaria di primo grado. Sono inoltre ammessi i candidati che abbiano conseguito tale ammissione alla scuola secondaria di primo grado da almeno un triennio.
  • I genitori o gli esercenti la responsabilità genitoriale dei candidati privatisti, per i quali intendono chiedere l'iscrizione all'esame di Stato, presentano domanda al Dirigente Scolastico, fornendo i necessari dati anagrafici dell'alunna o dell'alunno, gli elementi essenziali del suo curricolo scolastico e la dichiarazione di non frequenza nella scuola nell'anno in corso o di avvenuto ritiro da essa entro il 15marzo 2018.
  • Per accedere all'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione i candidati privatisti devono presentare domanda presso i nostri uffici di segreteria  entro e non oltre il 20 marzo 2018.
  • Per essere ammessi a sostenere l'esame di Stato i candidati privatisti partecipano alle prove INVALSI di cui all'articolo 7 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62, presso l’I.C. “Luigi Pirandello” di Mazara del Vallo ove sosterranno l'esame di Stato medesimo. (Per ulteriori indicazioni circa le prove INVALSI CBT è possibile consultare il materiale informativo sul sito dell’INVALSI: https://invalsi-areaprove.cineca.it/index.php?get=static&pag=home
  • I genitori degli alunni privatisti disabili o con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, devono presentare, insieme all’istanza di partecipazione all’esame, copia della certificazione di disabilità o di DSA e, laddove esistente, il PEI o il PDP. Ciò al fine di potersi avvalere delle misure dispensative o degli strumenti compensativi previsti dalla normativa.
Vai all'inizio della pagina